Chi sono

La salute non viene dalla medicina. Il più delle volte viene dalla pace della mente, dalla pace nel cuore, dalla pace dell’anima. Viene dalle risate e dall’amore.

Sono laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università la Sapienza di Roma, successivamente specializzato in Ginecologia e Ostetricia.
Negli anni ho conseguito Master in Andrologia, Ecografia Uro-Andrologica, Dietologia e Nutrizione Clinica e Patologia della tiroide.

Frequento costantemente corsi di aggiornamento e approfondimento, partecipo a stage e congressi nella materia, curo costantemente la mia preparazione per svolgere la professione in modo qualificato e sempre aggiornato. Mi confronto con le realtà scientifiche internazionali pubblicando i risultati della mia attività clinica sulle principali riviste del settore. Partecipo con frequenza come ospite e consulente in varie trasmissioni televisive nelle principali reti RAI e Mediaset.

Mi occupo da più di 20 anni di Infertilità di coppia, Andrologia e Ostetricia presso il centro di fecondazione assistita R.A.P.R.U.I. di Roma, nel ruolo di Responsabile Clinico.

Integro alla Medicina Tradizionale trattamenti di Medicina Olistica come la “Reconnective Healing” ed il “Metodo Nader Butto“.

Sono presidente della Onlus “La Nuvola nella Valigia“, un’associazione che promuove raccolte di fondi per il finanziamento della ricerca scientifica a sostegno di progetti nel campo medico e specialistico, anche a mezzo di riconoscimento e di attribuzioni di borse di studio.

ALIMENTAZIONE

TERAPIA SCIENTIFICA

TERAPIA OLISTICA

Il metodo

Dopo tanti anni di lavoro, basato prevalentemente sulla medicina tradizionale, è arrivato per me l’incontro con quella parte profonda che ognuno di noi possiede. Il medico del futuro non dovrà prescrivere più farmaci ma incuriosire, includere, interessare i suoi assistiti al benessere, un benessere che parte dalla cura del corpo e della mente, così per arrivare alle cause della malattia.

La scelta di avvicinarmi ad una medicina nuova è stata più forte di ogni cosa, seguire il paziente infertile valutando solo dati di laboratorio è come guardare il proprio figlio e non stringerlo mai a sé. Ora cerco “quell’abbraccio” con i miei pazienti, andare oltre la medicina tradizionale, andare oltre sé stessi in un percorso tra anima e anima tra cuore e cuore. Così è nato il metodo DoctorC Fertility. E chi conoscerà questo metodo conoscerà me stesso. Io sono quel medico nuovo per pazienti nuovi.